Ricerca

La ricerca fa parte dei compiti tradizionali e fondamentali di un museo, insieme alla raccolta, alla conservazione, all’esposizione e alla divulgazione.

Tra le attività di ricerca figurano la documentazione e lo studio scientifico delle collezioni. Il Museo provinciale della caccia e della pesca aprì i battenti nel 1996 come sezione distaccata del Museo provinciale degli usi e costumi di Teodone.

Al momento non ci sono progetti di ricerca in corso.

img_9115_foto_oskar_verant.jpg

Collezioni

Nel 1991 il Museo provinciale degli usi e costumi, di cui il Museo della caccia della pesca è una sezione distaccata, inglobò nella sua collezione anche le collezioni dei settori della caccia e della pesca.

Della collezione fanno parte principalmente oggetti sulla storia della caccia e della pesca riferiti alla regione tirolese e manufatti dell’arte popolare decorati con motivi di animali selvatici, di caccia e di pesca.

La collezione comprende armi da caccia, trofei, oggetti d’uso per la caccia come corni da polvere, carnieri e posate per cacciatori, stoviglie, bicchieri, tabacchiere, pipe e scatole di balsa con motivi di caccia. Gli storici trofei di cervi e le due sale nobili impreziosite da arazzi con motivi di caccia fanno parte della dotazione originale del castello.

La collezione riguardante la pesca comprende, oltre a varie attrezzature, oggetti d’arte popolare, diorami e la straordinaria collezione di Rudolf Reichel sulla pesca a mosca.

La collezione viene costantemente ampliata. Per mancanza di spazio siamo costretti ad operare una selezione molto scrupolosa riguardo alle nuove acquisizioni.

Qui trovate maggiori informazioni sul progetto collezionistico del Museo provinciale degli usi e costumi, incluso quello del Museo della caccia e della pesca.

La collezione del Museo provinciale degli usi e costumi, e con essa quella del Museo della caccia e della pesca, può essere visualizzata in parte online. Il catalogo online viene costantemente aggiornato.

img_9119_foto_oskar_verant.jpg img_9108_foto_oskar_verant.jpg

Anteprima del programma 2020

Per prevenire e contrastare la diffusione del nuovo Coronavirus sono stati cancellati tutti gli eventi previsti nell’anno corrente.

Il programma di mediazione è limitato, fino a data da destinarsi, a brevi visite guidate all'aperto per piccoli gruppi (max 10 persone), nel rispetto delle misure di sicurezza e protezione prescritte (p. es. protezione delle vie respiratorie). È necessaria la prenotazione.

Grazie della comprensione.

Continua a leggere